lost in Lost

Apprendere che con la puntata numero 8 della quarta serie di Lost ci sarà una pausa di sei settimane un po’ mi dispiace.

Seguo il telefilm fin dai suoi albori, dalla prima serie in lingua originale. Una storia di scorpacciate di stagioni intere, indigestioni ed astinenze conseguenti.

Ma riflettendo, qualcosa mi sfugge in questo formato di telefilm:

Il modo in cui viene presentata la narrazione in sé è il suicidio di ogni telefilm. Mi spiego: il creare delle vicende fortemente incatenate l’una all’altra anche a distanza di numerose puntate ed addirittura concatenate tra stagioni non può che portare alla perdita costante di spettatori. Infatti lo spettatore saltuario non potrà mai affezionarsi ad una serie simile, in quanto guardando una puntata sì e tre no non capirebbe un cavolo, né uno spettatore che si sia perso le stagioni precedenti può guardare appieno le succesive.

La dipendenza che dà: ogni puntata sembra solo apparentemente spiegare qualcosa delle puntate precedenti,  in realtà se spiega quantità, incasina ed inserisce nuovi elementi e misteri quantità 4. Costringendoti se disponi di puntate successive alla loro forzata visione concatenata, se non ne disponi (perché sei al passo con le puntate) a martellarti le palle per cercare di distrarti fino alla settimana successiva.

L’indifferenza in seguito ad astinenza prolungata: Il periodo che intercorre tra una stagione e l’altra forma una specie di cuscinetto mnemonico, che da un lato ti fa dimenticare intrighi e misteri e  dall’altro ti fa riflettere (vedi Toio) sul perché per te fosse veramente accattivante la serie, giungendo alla conclusione che non hai tutta sta gran voglia di vederla..

L’ultimo punto ti porta quindi a scaricare ed a conservare le puntate, in numero variabile da 3 a 6 fino a che, in una uggiosa giornata di scazzo non riaccendi la miccia e a quel punto prevale il fenomeno di astinenza, e via una altra stagione di smartellamento di palle.

Detto questo, posso solo sperare, per l’integrità fisica delle gomme dei produttori, che portino a termine la serie senza menarla troppo per le lunghe, ed in una maniera convincente ed almeno parzialmente sostenuta dalle leggi della fisica-chimica. Altrimenti preparo il temperino da tasca..

~ di zeropuntodue su 25 marzo, 2008.

Una Risposta to “lost in Lost”

  1. Comunque, c’è una buona notizia! la dodicesima serie di SOUTH PARK!!!! tra poche ore esce la terza puntata!!
    screw you guys, i’m going home!!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: